fbpx
Seleziona una pagina

Pranayama

da | 19 Lug 2018 | Yoga

Conoscete tutti il pranayama? se siete praticanti di sicuro ne avrete già sentito parlare.

Purtroppo sempre più insegnanti seppur qualificati tendono a superficializzare il pranayama, impostando le loro classi solo allo svolgimento di posizioni” regine” dimenticandosi che il pranayama fa parte del percorso yoga è che grazie ad esso riusciamo a percepire pienamente tutti i benefici della pratica.
Ma che cosa significa pranayama? e cos’è?
La parola pranayama è composta da due parole PRANA= che significa forza vitale, soffio, energia, e dalla parola AYAMA = espansione della dimensione del prana.
Quindi il significato di Pranayama è : estensione della dimensione della nostra forza vitale ed energia attraverso il respiro.

Il pranayama non solo tecniche di respirazione ma è anche un modo per rendere la mente calma, rilassata e leggera per arrivare a stati superiori di coscienza , infatti alcune tecniche di pranayama vengono usate per la meditazione.

Il pranayama dona molteplici benefici:

1) Calma la mente
2) Elimina i cattivi pensieri
3) Riesce a portarci a ragionare e prendere decisioni sane a giuste
4) Ti riporta a vivere il presente
5) Tonifica il sistema nervoso
6) Aiuta la digestione
7) Equilibra il sistema ghiandolare
8) Rinforza il sistema immunitario
9) Risveglia le nostre potenzialità
10) Purifica le nadi ( i nostri canali energetici)

Mentre durante la pratica agisce nel renderla fluida, costante nei movimenti senza farti sentire fatica oltre che a farti percepire e assorbire a pieno i benefici della tua pratica e protrarla nel tempo.
Se durante una lezione di yoga non viene minimamente introdotto il pranayama, non state facendo yoga o comunque non viene rispettato quello che è lo yoga tradizionale al di là di ogni moda del momento.
Tutti possono fare pranayama, con le giuste tecniche rispettando le caratteristiche di ognuno, teniamo presente però che è indispensabile avere o preparare il nostro respiro in modo uniforme, questo per renderlo più naturale possibile e costante prima di svolgere gli esercizi di primo livello. E’ sotto inteso che c’è bisogno di esercizio e costanza come in tutte le cose.
Oggi vi propongo un esercizio semplice che potete svolgere a casa. E’ una sorta di test ( per capire un po il vostro respiro a che punto e) , allenamento ( nel caso in cui ci fosse bisogno di lavorarci un pò)
Per questo esercizio avrete bisogno di un cronometro. L’esercizio si svolge facendo 10 respirazioni , lente e consapevoli e naturali senza sforzare. Il cronometro serve per vedere quanto tempo impiegate a fare 10 respirazioni. Nel momento in cui riuscirai a terminare i 10 respiri con la stessa durata di tempo vuol dire che il tuo respiro è uniforme quindi potrai passare al primo livello di pranayama.
Quindi ora se vuoi iniziare ti consiglio di metterti comodo seduto in una comoda posizione a gambe incrociate oppure seduto su una sedia.

ecco qui video tutorial: https://youtu.be/zkHP91qXdz0
Spero che questo articolo ti sia piaciuto, se è così commenta o scrivimi in privato.
Namastè

BUONA PRATICA…